avvia la ricerca
  Numero verde Servizi Online
scuola
dizionario dei rifiuti carta servizi video lavoro gare
L'azienda
società trasparente
chi siamo
area servita
dove siamo
impianti
organi societari
codice etico
società partecipate
dati economici
raccolte differenziate dati
customer satisfaction
servizi al cittadino
raccolta "porta a porta"
raccolta con cassonetti
altre raccolte
centri di raccolta
calendari carta 2018
sportelli Tari al pubblico
raccolta ingombranti
segnala un abbandono di rifiuti
Centroanchio Pistoia
altre raccolte

BORGO SAN LORENZO - Impianto TMB Faltona
L’impianto di compostaggio di Faltona si trova nel comune di Borgo San Lorenzo in Località Faltona in via Faentina 31/A ed è destinato al trattamento dei rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata dell’organico e del verde derivante dalla manutenzione delle aree pubbliche e private. 
 Impianto di FaltonaL’impianto è autorizzato per trattare 35.000 t/anno di FORSU (frazione organica del rifiuto solido urbano) e scarti lignei, con una produzione stimata di circa 7.000 t/anno di compost di qualità.

Le lavorazioni vengono tutte effettuate all’interno dell’impianto. In particolare, il materiale ottenuto dalla triturazione e miscelazione della frazione umida della raccolta differenziata e delle matrici lignee, viene caricato nelle biocelle mediante pale gommate. 
Una volta riempita la biocella, l’ambiente viene isolato mediante chiusura di una porta a tenuta ed il processo si innesca in modo del tutto naturale. L’ossigeno necessario al processo viene fornito mediante l’insufflazione forzata di aria dal basso, che permette anche il controllo delle temperature del materiale in trasformazione. L’aria in ingresso è una miscela di aria fresca, proveniente dai locali interni dell’impianto e di aria di ricircolo interna alla biocella. Grazie a tale miscela, è possibile immettere aria nelle celle ad una temperatura controllata e ottimale rispetto alla fase del processo, dal momento che ogni cella è dotata di uno specifico ventilatore. Ogni cella, inoltre, è dotata di un sistema di irrigazione interno che riutilizza le acque di processo prodotte, permettendo di mantenere il materiale al giusto grado di umidità. 
In ogni biocella sono installati svariati sensori, fra i quali i principali sono i sensori di controllo delle temperature del composto, dell’aria in ingresso e in uscita dalla cella, nonché del suo tenore di ossigeno, al fine di garantire che il processo avvenga sempre in condizioni aerobiche. Tutti i dati raccolti dagli strumenti di misura vengono inviati ad un PC, che provvede alla regolazione istantanea dei parametri di processo. 
Impianto di Faltona
Il materiale ormai stabilizzato viene quindi posto in aie insufflate in attesa delle verifiche analitiche, necessarie al suo successivo avvio alle operazioni di raffinazione finale, atte a rimuovere tutti i materiali non compostabili anche di piccole dimensioni (quali inerti, plastiche, vetri) e rendere il materiale conforme alla normativa sui fertilizzanti. 
Al termine di tutto il processo, il materiale, dopo essere stato sottoposto alle analisi mensili di controllo necessarie per la verifica della stabilità biologica e per la conformità ai limiti imposti dalla normativa dei fertilizzanti, viene ceduto come “ammendante compostato misto ”, secondo la definizione della legge che regola la produzione e la cessione di tutti i fertilizzanti (D.Lgs. 75/2010). 
Il compost in uscita dall’impianto di Faltona può essere destinato a numerosi impieghi in campo agricolo e forestale. 
back
prossima attivazione Posta Elettronica Certificata
Servizio SMS
In primo Piano
Toscana Facile
home Alia Servizi Ambientali SpA - Sede legale e amministrativa: Via Baccio da Montelupo 52, 50142 Firenze Tel. 055.73391 Fax 055.7322106 alia@aliaspa.it ; alia@pec.aliaspa.it. Reg. Imp. Firenze C.F. e P.IVA 04855090488 REA n.FI - 491894 Capitale sociale euro 85.376.852,00 i.v. : : Alia Servizi Ambientali SpA - Sede Territoriale: via Garigliano 1, 50053 Empoli (FI).